Naufragio con spettatore (29 ottobre 2018)

Il modello della Casa dei risvegli è diventato un esempio in tutta Europa. La buona notizia è che i pazienti vengono curati, nel senso che oltre alle cure mediche, ci si prende cura di loro in quanto esseri umani che non vengono identificati con la loro malattia. Esperti del sub a servizio dei diversamente abili da trent’anni per far scoprire le bellezze del mare. Tutto nasce dalla convinzione che il reinserimento sia possibile, dando alle persone recluse un’opportunità per dimostrare la propria volontà di ricominciare”. Ma perché proprio la palla ovale? “Abbiamo scelto il rugby per i valori su cui si fonda: uno sport di squadra, prima di tutto, che privilegia la socialità e il valore del gruppo. Non si vincono le partite se non si gioca tutti insieme. Le regole che lo contraddistinguono sono indiscutibili, così come indiscutibile sono l’arbitro e il valore degli avversari”.