Interviste ed extra

Mauro Bernardi, di Albino in provincia di Bergamo, disabile a causa di un incidente, sposato con Claudia e con un figlio, Pietro, ha perso l’uso delle gambe dopo un incidente stradale nel 2005 quando ancora faceva il camionista. Sportivo da sempre, non si è dato per vinto: prima ha avviato un’attivita’ di commercio di materiali per l’autonomia dei disabili, poi, un corso di sci organizzato dall’Inail e riservato a disabili da infortuni sul lavoro, che gli ha permesso di conseguire il diploma di Maestro nel 2011.

Massimiliano Cochi ci accompagna nella piana di Ninive alla ricerca della buona novella in territori di guerra

Intervista a Margherita Lanna – ingegnere creatrice del portale “Quelli che si scambiano il lavoro”

Perché esiste il male? A volte di fronte a certi fatti drammatici questa domanda ci gira in testa. E la risposta è difficile da trovare. O forse non esiste. Capita a volte però di scoprire che la risposta può essere lì, sotto i nostri occhi. Solo che non la vediamo. Un pò come l’investigatore protagonista del racconto di Edgar Allan Poe “la lettera rubata”. E’ quello che in fondo accade al protagonista dell’intervista che state per vedere; un ergastolano che dopo tanti anni di carcere duro cambia la sua vita. Capisce il male fatto e scopre, all’improvviso, il bene.

Llovera: combattere e vincere. L’importante non è vincere ma partecipare. Diceva il motto di De Coubertin. Ma si può fare di meglio: il vero successo non è vincere ma sapersi rialzare dopo una sconfitta. Dopo una batosta della vita. Queste sono le parole che utilizziamo ma la realtà è davvero così? C’è una storia che non solo ce lo dimostra ma che ci fa vedere che è possibile rialzarsi e vincere. È la storia di
Pilota Albert Llovera campione di sci che dopo un incidente si ritrova in carrozzina e da lì ricomincia e diventa campione del mondo di rally.

Grande albero. C’è un albero, l’antico albero della canfora, che ha più di settecento anni. Era in mezzo ad un’area occupata da una stazione che era necessaria e doveva ampliarsi. Che fare? Tagliare l’albero o costruire la stazione?

Fatto di Cristallo. Ciascuno di noi si sente nei momenti più difficili della propria vita fragile come fosse fatto di cristallo. A volte la malattia ci rende davvero fragili come cristalli. Solo che dopo, quando si riesce ad uscire dal male, si diventa forti come la roccia.
Banalmente queste poche righe possono raccontare più di mille parole la storia di Christian Delfini. E il suo cammino dopo l’inferno del male a riveder le stelle.

Collepostoli. Un raggio di speranza. Collepostoli è una frazione di Accumoli. Distrutta. Le case sono un’idea di casa. Ma anche qui, nel buio di una tragedia, entra un piccolissima luce. Che illumina una ragazza e la sua famiglia.